Come creare delle landing page efficaci

Dominio perfetto per siti web

Lo scopo di qualsiasi sito web, compreso il tuo, deve essere quello di catturare l’attenzione delle persone che ci arrivano. Per questo motivo è estremamente importante sapere come creare delle landing page efficaci e ottimizzate.

Cos’è esattamente una landing page?

È fondamentalmente quella pagina web strutturata in modo tale da colpire i visitatori, spingerli a compiere un’azione o comunque a rimanere a lungo sul sito. Puoi attrarre le persone sulla tua landing page in diversi modi:

  • ricorrendo a una campagna marketing a pagamento (AdWords, email marketing, Facebook ads)
  • ottimizzando la pagina per i motori di ricerca. In questo caso avrai bisogno per prima cosa di cercare le parole chiave che esprimano al meglio i tuoi contenuti e parlino al tuo gruppo target di riferimento (se non l’hai già fatto, leggi questo articolo sul tema).

Come già anticipato, le landing page hanno essenzialmente due scopi:

  1. Attirano traffico verso il tuo sito perché sono strutturate in modo da essere indicizzate da Google e quindi apparire nei risultati del motore di ricerca
  2. Portano i visitatori a compiere un’azione, si tratti dell’iscrizione alla newsletter, dell’acquisto di prodotti o servizi e così via.

C’è da dire che l’home page del sito si presta a diventare la tua migliore landing page, per cui i consigli che seguiranno sono perfetti anche per ottimizzare la tua pagina iniziale.

 

In questo articolo ti mostreremo due esempi di landing page impeccabili. Si tratta di pagine realizzate seguendo due approcci differenti: le abbiamo scelte proprio per mostrarti che non esiste un solo modo per spingere gli e le utenti a compiere l’azione che vuoi tu.

Ovviamente gli approcci non si limitano a quelli che andremo ad analizzare, se ti capita di vedere degli altri esempi efficaci, faccelo sapere nei commenti o su Twitter.

Approccio n° 1: Mostra il tuo prodotto

Le landing page sono come dei venditori virtuali che vivono sul tuo sito.

Chi sa vendere è amichevole, ha un approccio diretto e scrupoloso e, caratteristica ancora più importante, sa capire la clientela e guidarla per trovare il prodotto o il servizio che soddisfi i suoi bisogni.

Graze è una start up che consegna snack deliziosi e salutari. La landing page del suo sito è magistrale perché contiene un bottone call to action in evidenza e comunica un messaggio conciso ed efficace.

Ottimo esempio di landing page nel sito della start up Graze

Quando inizierai a pensare alla grafica, alla struttura e ai contenuti della tua landing page, tieni a mente le seguenti “lezioni” che si possono apprendere osservando l’home page di Graze:

Facilità nella registrazione

La landing page dovrebbe sempre contenere un bottone call to action in evidenza: cliccandoci sopra, i visitatori devono compiere esattamente l’azione che vuoi tu. In molti casi vuoi che compilino un form e registrino un account sul tuo sito, proprio come nell’esempio precedente. Prendi esempio dal sito di Graze e considera questi aspetti quando crei un form:

  • Richiedi solo le informazioni essenziali e non quelle superflue. Elimina tutti i campi che non sono necessari al 100%! Te lo raccomandiamo pensando ad esempio a quell’azienda che è riuscita a incrementare il tasso di conversione sul suo sito del 5%, semplicemente rimuovendo il campo che richiedeva il numero di telefono.
  • Sul serio, limita i campi da compilare! Insistiamo su questo punto a ragion veduta: nella maggior parte dei casi, tutto quello di cui hai bisogno è solo il nome e un indirizzo email, a volte ti serve addirittura solo l’indirizzo! Meno campi da compilare ci sono sul tuo form, più sarà alto il tasso di conversione sul tuo sito.
  • Testa i bottoni call to action: creare dei bottoni call to action efficaci è una vera e propria arte. La grafica (colore, dimensioni, forma, etc..) influenza moltissimo il tasso di conversione.

Semplicità nella presentazione dell’offerta

Chiunque visiti l’home page di Graze capisce immediatamente cosa offre questa start up. Sulla destra c’è un immagine di grandi dimensioni e corredata da note descrittive che mostra esattamente cosa contiene il box dei prodotti.

Le immagini sulla parte inferiore della pagina spiegano in modo molto semplice come funziona il processo di consegna.

Servendosi del potere delle immagini e di poche parole, Graze anticipa le possibili domande dei clienti che vuole raggiungere: “La consegna può avvenire in ufficio?”, “Gli snack sono salutari?” e risponde in modo efficace e conciso.

Quando arriverà il momento di dare gli ultimi ritocchi alla tua landing page, immagina le possibili domande della tua clientela e assicurati di rispondere a tutte.

Chiarezza nei prezzi

Prima di compilare un form e di creare un account su un sito, chiunque di noi vuole conoscere il costo dell’offerta. Graze mette in evidenza nell’home page del sito il prezzo del box e specifica che il prezzo include le spese per la consegna. La spedizione gratuita invoglia chi visita il sito all’acquisto di un prodotto o servizio, per cui promuoverla sulla landing page è senz’altro un’ottima strategia.

Approccio n°2: Parla delle esigenze dei tuoi clienti

Un altro modo per creare una landing page di successo è quello di parlare di un problema che i tuoi potenziali clienti potrebbero risolvere grazie al tuo prodotto o servizio.

Se gestisci un negozio di biciclette, puoi ad esempio creare una landing page dove spieghi come gonfiare una ruota a terra e dove al tempo stesso presenti i prodotti che vendi e che servirebbero a riparare la ruota.

 

Un’azienda che ha seguito questa strategia è Bellroy che nel suo sito web spiega come risolvere un problema molto diffuso: i portafogli rigonfi fino a scoppiare!

Bellroy vende dei portafogli confezionati con pelle di qualità e la scritta “Slim your wallet” sovrasta la landing page del sito, proponendo un’alternativa al tuo portafogli straripante e sformato.

 

Il sito appare tra i primi risultati di ricerca di Google se si inseriscono nella barra di ricerca parole chiave quali “making your wallet smaller” (“rimpicciolisci il tuo portafogli”), “slimming your wallet” oppure “reducing the size of your wallet” (“riduci le dimensioni del tuo portafogli”). In altre parole, se sei alla disperata ricerca di un borsellino discreto e sottile, molto probabilmente incapperai nel sito di Bellroy.

Nella parte inferiore della pagina, il portafogli di Bellroy viene presentato come la soluzione facile e  perfetta al problema che angustia i potenziali clienti di quest’azienda (appunto chi ha bisogno di un borsellino più piccolo).

Landing page che mostra la differenza tra un borsellino strapieno e un portafogli di Bellroy

Analizziamo ora le particolarità e i punti di forza di questa landing page:

Offre una soluzione a un problema comune

Tutti noi conosciamo almeno una persona che ha il borsellino talmente pieno che non può sedersi senza che esca fuori dalla tasca dei pantaloni.

Bellroy pone al centro della landing page proprio questo problema così diffuso ed è come se dicesse ai visitatori del sito “Hey, smetti di cercare perché ho qua la soluzione fatta apposta per te!”.

Analizza la tua offerta e chiediti quale problema può risolvere, dopodiché comunicalo nella tua landing page.

Immagini fantastiche

Grazie a un design minimalista, lo sguardo di chi visita l’home page di Bellroy è attratto immediatamente dalle immagini dei due portafogli: alla sinistra quello che sta per scoppiare e sulla destra l’alternativa perfetta. Il problema e la soluzione sono presentati nel modo più chiaro possibile ed è tutto merito delle immagini.

Considerato il potere della grafica, considera l’opportunità di rivolgerti a professionisti come quelli di 99design per poter contare su un design che intrighi e ispiri la fiducia dei tuoi futuri clienti.

Il focus non è la vendita

Chiaramente l’obiettivo di Bellroy è quello di vendere portafogli, ma questo non emerge dalla landing page. Chi la guarda si sofferma sulle immagini e sul prodotto che potrebbe soddisfare un’esigenza, ma non si sente forzato all’acquisto.

Dopo aver dato uno sguardo alla lista dei portafogli disponibili, ti accorgerai di quanto quelli a cui eri abituato/a siano inutili e vorrai immediatamente provare qualcosa di nuovo, tutto questo senza che Bellroy usi delle parole immediatamente riconducibili alla vendita. Come già detto prima, il focus sta tutto nella soluzione a un problema.

Quando crei una landing page, tieni sempre in mente che chi la guarderà sarà alla ricerca di qualcosa. Il tuo scopo deve essere quello di aiutare il/la potenziale cliente, prima ancora di vendere un prodotto o servizio.

 

Di seguito riportiamo un esempio di tutto quello che una landing page NON dovrebbe contenere:

Alt tag esempio di una landing page non efficace

Lasciati ispirare

Creare una landing page coi fiocchi richiede tempo da dedicare alle ricerche, impegno e una revisione dei contenuti.

L’ispirazione può arrivare da landing page di successo: trovi una lista esauriente cliccando su questo link.

Un’altra strategia che ti consigliamo è quella di inserire un video accattivante al centro della home page o della landing page. Per creare dei bellissimi video che presentino i tuoi prodotti o servizi, puoi usare strumenti quali Animoto o Biteable (per brevi animazioni esplicative): se non li conosci già, provali!


Una volta che avrai finito di creare la tua landing page, puoi inserire un link al tuo sito nei commenti di questo articolo: vedremo insieme se i nostri consigli hanno dato i loro frutti.

 

Buon lavoro e buon proseguimento!

Elisabetta Satta Jimdo Team Supporto Assistenza

Elisabetta Satta

Jimdo Team 

Articoli che potresti trovare interessanti:

Il metodo "lean startup" che ti aiuterà a completare il tuo sito Jimdo
>> leggi di più

“Chiunque può fare il PR!”: la strategia vincente sui social network in soli 5 passaggi.
>> leggi di più

Un evento di successo? La chiave è nell'organizzazione
>> leggi di più

rankingCoach, la vostra nuova guida per il posizionamento su Google
>> leggi di più


Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Luca (Friday, 16 August 2019 17:56)

    Scusatemi, ma la landing page va creata all interno del proprio sito?

    Essa deve posizionarsi in prima pagina del sito?

    Cosa sono i "+" che trovo oltre al mio sito? Sono altri spazi in cui creare un nuovo sito e poi eventualmente comprarlo?!

    Grazie