Come valutare la tua idea

Idee e valutazione della tua attività e-commerce

Da grandi idee derivano grandi imprese, in tutti i sensi. Tutti gli imprenditori sognano di avere la grande intuizione che li porterà al successo, quindi se anche tu hai avuto un'illuminazione, complimenti! Hai compiuto il primo passo! Prima di lasciarti travolgere dall'euforia, tieni ben presente quello che ti dirà ogni piccolo imprenditore: la tentazione di buttarsi a capofitto nella nuova attività tralasciando la fase preliminare è forte, ma ricorda che questa fase è fondamentale per determinare il successo o l'insuccesso della tua nuova idea.

 

Ogni nuova attività richiede tempo e denaro, ecco perché abbiamo creato questa guida per aiutarti a capire se la tua idea può avere un futuro.

Hai un'idea per una nuova attività? Cominciamo da qui!

Considera questi aspetti per valutare la tua idea prima di avviare la tua attività:

 

  1. Scrivi il business plan.
  2. Valuta la richiesta del mercato.
  3. Scopri chi sono i tuoi concorrenti diretti e indiretti.
  4. Impara a conoscere i tuoi clienti: chi sono? Cosa vogliono?
  5. Chiedi opinioni sulla tua idea.

1. Scrivi il business plan

È vero, scrivere un business plan può risultare noioso e spesso si tende a rimandare questa attività, ma cerca di vederla come un'opportunità per fare mente locale e riordinare le idee.  Scrivi senza pensarci troppo qual è la tua idea e aggiungi delle sezioni riguardanti:

 

●     la clientela (target, proiezioni di vendita, fedeltà dei clienti)

●     la società (forma legale, sede)

●     il team (fondatori, mission, obiettivi a lungo termine)

 

Se parti già con un buon business plan, ti risparmierai un sacco di grattacapi lungo il percorso. L'obiettivo del business plan è infatti quello di guidarti nella realizzazione della tua attività, di aiutarti a considerare attentamente la tua idea e i rischi a cui potresti andare incontro, prima di dedicare anima e corpo alla tua nuova avventura. Per iniziare, puoi dare un'occhiata ad alcuni esempi di business plan che trovi online.

 

Il business plan ti dà l'opportunità di fermarti e concentrarti sui numeri: in fin dei conti (è proprio il caso di dirlo) si tratta del tuo lavoro e dei tuoi guadagni. Prima di avviare la tua attività, devi decidere che guadagni ti aspetti (sarà un'attività part-time o a tempo pieno?) e da lì capire quanto è necessario per raggiungere l'obiettivo che hai stabilito. I costi stimati e le previsioni sui tuoi profitti combaciano? Mi raccomando, non barare!

 

Hai ancora bisogno di aiuto? Leggi anche questi interessanti consigli di Jan Evers su come creare il tuo business plan.

2. Valuta la richiesta del mercato

Conosci alla perfezione il significato del detto "Mettere il carro davanti ai buoi", ma ci sei cascato/a in pieno? Se lanci il tuo prodotto o il tuo servizio prima di aver testato il mercato, andrai quasi certamente incontro ad una delusione. Non vogliamo che succeda!

 

Hai in mente un'idea concreta per una nuova attività, ma c'è spazio per te sul mercato?

 

Fatti tre domande:

 

  1. Quali problemi dei miei potenziali clienti potrà risolvere la mia attività?
  2. In che modo vengono affrontati oggi questi problemi?
  3. Il mio prodotto/servizio esiste già? Se sì, in che modo si distinguerà e cosa posso garantire in meglio rispetto a quanto già esiste?

 

La tua idea può essere innovativa, ma molto probabilmente esiste già qualcosa di simile là fuori. Anche le idee più geniali seguono la richiesta del mercato, quindi la vera domanda da farsi è: "c'è veramente posto per un'altra idea?" In ogni caso, le tue risposte ti aiuteranno a capire se puoi offrire una soluzione unica ad un problema esistente oppure se puoi farlo meglio della concorrenza.

3. Scopri chi sono i tuoi concorrenti

Per quanto sia fantastica l'idea per la tua nuova attività, avrai sempre dei concorrenti con cui competere, ma dai quali puoi anche trarre vantaggio. Quando valuti la tua idea, cerca di capire chi sono i tuoi concorrenti, scopri cosa fanno (o cosa non fanno) e pensa a un modo per superarli.

Scopri chi sono i tuoi concorrenti diretti

I concorrenti diretti sono quelle attività che offrono esattamente il tuo stesso prodotto o servizio. Ad esempio, se apri una pizzeria i tuoi concorrenti diretti saranno le altre pizzerie della zona e dovrai contenderti con loro le preferenze degli abitanti del tuo quartiere.

Non dimenticare i concorrenti indiretti

I concorrenti indiretti vendono prodotti o servizi diversi in grado di soddisfare la stessa esigenza. Te ne stai tornando a casa dopo un'intensa giornata lavorativa. Non hai per niente voglia di prepararti la cena, ma mangeresti volentieri una bella pizza Margherita, magari con doppia mozzarella. Potresti chiamare la tua pizzeria preferita e ordinarne una, ma potresti anche fermarti in una rosticceria lungo la strada, perché no? In fondo la tua voglia di qualcosa di buono sarà comunque soddisfatta. In questo caso, la rosticceria è una concorrente indiretta della pizzeria.

Puoi essere un valido concorrente?

Una volta che hai capito chi sono i tuoi concorrenti, chiediti con che probabilità i clienti sceglieranno te piuttosto che altri. Puoi veramente competere con la concorrenza? I clienti sceglieranno veramente la tua attività? Devi scoprire dunque qual è quello che gli inglesi chiamano Unique Selling Point (USP), ovvero la tua argomentazione esclusiva di vendita che ti distinguerà dalla concorrenza.

 

Anche se ci sono tantissime rosticcerie nella tua zona, aprire una pizzeria potrebbe essere comunque un buon business. Potresti proporti come unica pizzeria vegana della città: potrebbe rivelarsi un ottimo USP.

 

CONSIGLIO: Guarda le recensioni online dei clienti dei tuoi concorrenti. Concentrati su quelle che hanno tre o quattro stelle su cinque perché solitamente corrispondono a clienti che apprezzano il prodotto o il servizio, ma che hanno qualcosa da ridire in merito a qualche aspetto della concorrenza. Cerca quindi di superare la concorrenza proprio in questi aspetti!

4. Impara a conoscere i tuoi clienti

Ora che hai trovato uno spazio per la tua attività sul mercato, è ora di conoscere quelli che saranno i tuoi clienti. Chi sono? Cosa vogliono? Come puoi aiutarli a raggiungere i loro obiettivi? Fare qualche ricerca di mercato ti aiuterà sicuramente.

 

Possiamo tranquillamente dire addio ai sondaggi porta a porta, ora puoi trovare tutte le risposte che vuoi in rete. Puoi usare software gratuiti come Typeform e i moduli di Google per creare dei semplici sondaggi da condividere sui social, oppure, se preferisci i metodi tradizionali o pensi che i tuoi potenziali clienti non siano particolarmente avvezzi alla tecnologia, puoi sempre stampare le tue domande e scendere in strada!

 

Qualunque modo decidi di adottare, usa il tuo sondaggio per capire chi sono le persone interessate al tuo prodotto, di cosa hanno bisogno e che probabilità hanno di diventare clienti veri e propri. Solitamente una decina di domande basta per farsi un'idea utile senza annoiare nessuno.

 

●     Che età hanno?

●     Dove vivono?

●     Sono uomini o donne?

●     Che lavoro fanno?

●  Comprano già servizi o prodotti simili ai tuoi? Se sì, quanto spendono e con che frequenza?

●     Che obiettivi hanno?

●     Quali sono i loro hobby?

●     Quali sono i loro marchi preferiti e perché?

 

Usa le risposte per tracciare un disegno dei tuoi clienti potenziali e per considerare l'idea alla base della tua attività dal loro punto di vista, e decidere quindi se può soddisfare le loro esigenze.

Non sai dove trovare i tuoi clienti?

Per scovare i potenziali clienti devi pensare come uno di loro. Prova a cercare tra i gruppi di Facebook di cui potrebbero essere membri. Vuoi ad esempio avviare un servizio di dog sitter a Milano? Prova a cercare "Proprietari di cani a Milano" oppure "Amici a quattro zampe a Milano", o qualcosa del genere, per trovare i gruppi di persone che potrebbero essere interessati alla tua attività. Se invece vuoi affermarti come wedding planner per matrimoni esclusivi, prova a iniziare dando un'occhiata ai forum online dedicati alle spose o partecipando alle fiere sui matrimoni.

 

CONSIGLIO: Avere un'idea chiara del tuo cliente ideale è fondamentale per avviare la tua attività. La definizione degli obiettivi e delle marketing personas (ovvero dei tuo clienti ideali) ti aiuterà ad ottimizzare il budget destinato alle attività di marketing, proprio perché ti consentirà di raggiungere i tuoi clienti potenziali.

5. Chiedi opinioni

Non c'è modo migliore per capire se la tua attività funzionerà, davvero, provaci! Non è necessario investire ancora tempo e denaro per testare la tua idea, puoi creare un sito gratuito in pochi minuti con Jimdo Dolphin e usarlo come vetrina per il tuo prodotto o servizio. Se vedrai che la tua idea funziona, avrai già a portata di mano tutti i vantaggi che ti può dare un sito web per promuovere la tua attività.

 

Una volta creato il tuo sito, condividilo con amici, parenti e colleghi per avere una loro opinione sulla tua idea, oppure, meglio ancora, condividilo sui social e analizzane i riscontri. Questo potrebbe essere il primo passo per creare una strategia vincente sui social network per la tua nuova attività.

 

●     Le persone sono incuriosite dalla tua attività?

●     Hai ricevuto richieste di informazioni?

●     Cosa dicono le persone nei commenti dei profili social?

 

Quando un cliente vero ti troverà grazie al tuo sito, allora sarai sulla buona strada!

Hai in mente un'idea super per avviare la tua attività?

Prima di procedere, prova a valutarla seguendo questi semplici consigli: crea il tuo sito web, parla con i tuoi potenziali clienti e chiedi opinioni sui social media per capire se la tua idea si può trasformare in un'attività di successo. In questo modo non devi limitarti a testare una sola idea, dopotutto perché puntare tutto su un'unica carta?

Se ti rendi conto che la tua idea non è così vincente come pensavi, non scoraggiarti: hai risparmiato un sacco di tempo e di denaro che puoi investire nella tua prossima idea di successo!


Elisabetta Satta Jimdo Team Supporto Assistenza

Suzanne Al - Gayaar 

Suzanne è una copywriter e autrice di contenuti UX per Jimdo. Il suo amore per il marketing è sbocciato mentre stava avviando la sua prima attività. Oltre i giochi di parole, adora le caramelle alla menta, i cavalli e passeggiare con il suo cane.

Articoli che potresti trovare interessanti:

Come creare una pagina dedicata ai prezzi sul tuo sito web
>> leggi di più

Pagamenti più sicuri sugli shop online con la direttiva europea PSD2
>> leggi di più

6 consigli per scrivere ottime descrizioni dei tuoi prodotti
>> leggi di più

Vuoi vendere online? Puoi farlo con Jimdo!
>> leggi di più


Scrivi commento

Commenti: 0