3 passi da seguire per usare Google Analytics sul tuo sito Jimdo

Collega Google Analytics al tuo sito Jimdo

Ti dice qualcosa l’espressione “impresa data - driven”?

Probabilmente l’avrai letta in qualche articolo online o l’avrai sentita dire da chi, come te, gestisce un business. Potrebbe sembrare una frase comprensibile solo ai nerd ossessionati dalla tecnologia, ma in realtà si riferisce alle imprese che ottimizzano i loro servizi sulla base di numeri e statistiche… puoi farlo anche tu!

Una volta collegato Google Analytics al tuo sito, avrai la possibilità di analizzare nel dettaglio e comprendere meglio il comportamento dei tuoi visitatori: da dove provengono, quali sono i bottoni che cliccano di più e se corrispondono al gruppo target che ti eri prefissato/a di raggiungere. Qual è il vantaggio di avere a disposizione questo tipo di informazioni? La forza della conoscenza! Grazie a questi dati potrai migliorare la tua presenza online e sbaragliare la concorrenza!

In quest’articolo ti diremo tutto quello che devi sapere su Google Analytics: di cosa si tratta, come si collega al tuo sito Jimdo e perché è uno strumento imprescindibile anche per i principianti del web.

1. Cos’è Google Analytics?

Google Analytics è un servizio gratuito che raccoglie i dati sul volume e la provenienza del traffico che si concentra sul tuo sito. Se impostato correttamente, serve anche a misurare le vendite e il tasso di conversione. In poche parole, chiunque voglia veder crescere il successo della propria presenza online, deve conoscere e saper usare questo strumento. Ecco una lista dei dati reperibili su Google Analytics:

  • Numero dei visitatori
  • Andamento delle visite durante determinati periodi (ad esempio il picco durante il periodo natalizio)
  • Durata della permanenza dei visitatori su alcune pagine
  • Numero di clic sui bottoni call to action
  • Tipologia del visitatore: è nuovo o è già stato sul sito?
  • Provenienza dei visitatori

Google Analytics offre diverse opzioni per personalizzare l’analisi dei dati.

Ad esempio puoi definire dei segmenti di pubblico per valutare se i contenuti del sito raggiungono i tuoi gruppi di riferimento. Avrai la possibilità di raccogliere e interpretare diverse informazioni: dati demografici, come i visitatori hanno trovato il tuo sito, quali azioni hanno compiuto, perché hanno lasciato le tue pagine e molto altro. Grazie a questi spunti, sarai in grado di prendere decisioni fondamentali e modificare il tuo sito adattandolo a una precisa strategia di marketing.  

 

Puoi anche determinare degli obiettivi specifici, ad esempio scoprire quante volte i visitatori cliccano su un bottone. Analytics offre dei template con degli obiettivi prefissati oppure puoi crearli tu e analizzarli successivamente: bastano pochi clic.

 

Perché Google Analytics è così speciale? Il raggio di analisi dei dati è praticamente illimitato. Ecco perché le imprese data-driven usano questo strumento come fonte principale d’informazione. Detto questo, è un tool eccellente anche per i principianti del web e per le piccole aziende. Insomma, a prescindere dalle dimensioni della tua attività, non puoi fare a meno di usare Google Analytics.

 

Non vedi l’ora di iniziare? Ottima decisione! Per prima cosa dovrai però collegare Google Analytics al tuo sito Jimdo.

2. Collega Google Analytics al tuo sito

  1. Se non l’hai già fatto, crea un account Google Analytics cliccando sul bottone Inizia gratis.
  2. Entra nell’account e clicca su Inizia a usare Google Analytics.
  3. Scegli un nome per il tuo account, aggiungi il nome e l’URL del tuo sito, la categoria di settore e il fuso orario. Ti verrà richiesto di mettere o togliere la spunta da quattro opzioni per la condivisione dei dati. I dati condivisi vengono usati da Google per migliorare i propri servizi.
  4. Clicca su Ricevi ID di monitoraggio alla fine della pagina. Dovrai accettare i Termini di servizio di Google Analytics.
  5. Copia il codice snippet dopo le lettere ID a partire da “UA-13…” (vedi lo screenshot sottostante). Se hai un sito Dolphin, vai nella Dashboard > Impostazioni e incolla il codice nel campo ID monitoraggio. Se hai un sito Creator, vai nella toolbar in alto a sinistra > SEO > Google Analytics e incolla il codice nell’apposito campo. Fatto!  
Collega Google Analytics al tuo sito Jimdo

Aggiungi questo numero (comprese le due lettere) nel tuo sito.

Questi passi sono validi sia per Jimdo Dolphin che per Creator.

3. Inizia a usare Google Analytics

Ora Google Analytics è collegato al tuo sito. Non farti spaventare da tutte le opzioni che vedi. Seguendo le nostre indicazioni, ti orienterai in men che non si dica:

Concentrati su 2 dati fondamentali

Una volta collegato al tuo sito, Google Analytics inizierà a monitorare il comportamento dei tuoi visitatori in tempo reale. Nella pagina principale del tuo account Google Analytics, troverai una panoramica delle statistiche principali.

Tieni conto che Google non può elaborare i dati antecedenti al collegamento col sito e impiegherà circa 48 ore per fornire le prime informazioni. Non preoccuparti se ti sembra che ci voglia un po’ di tempo, in un paio di giorni potrai vedere i primi risultati del monitoraggio.

Sul lato sinistro della schermata principale del tuo account, troverai le seguenti opzioni:

In tempo reale: Cosa sta succedendo sul tuo sito proprio ora?

 

Pubblico: Mostra il comportamento dei visitatori che appartengono a un determinato gruppo target. Puoi usare uno dei template già predisposti o personalizzare dei segmenti di pubblico.

Acquisizione: Da dove proviene il tuo traffico?

Comportamento: In questa sezione puoi scoprire, ad esempio, quali sono le pagine più popolari.

Conversioni: Quanti visitatori compiono delle azioni (cliccare su un bottone, compilare un formulario) sul tuo sito?

 

Il nostro consiglio: inizia a prendere dimestichezza con Google Analytics concentrandoti su 2 opzioni chiave, ad esempio:

Pubblico

Anche se non hai definito un segmento di pubblico preciso, all’interno dell’area Pubblico troverai informazioni preziose e accurate sui tuoi visitatori.

Se Google Analytics ha avuto tempo a sufficienza per raccogliere dati, cliccando su Pubblico > Panoramica potrai scoprire la provenienza geografica dei visitatori e quale browser o sistema hanno usato per visitare il tuo sito.

 

Scorrendo il menu sulla sinistra troverai altre importanti informazioni come i Dati demografici (età e sesso), gli Interessi e i Dati geografici (lingua e località).

Il bello di tutto ciò? Basandoti su queste informazioni, sarai in grado di valutare se i visitatori corrispondono al pubblico che vuoi raggiungere. Se l’età o la provenienza geografica sono diverse da quelle del tuo target di riferimento, sarà il caso di cambiare la strategia di marketing e modificare i contenuti delle tue pagine!

Comportamento

Seleziona Comportamento dal menu e poi vai su Contenuti del sito > Tutte le pagine. In quest’area troverai informazioni dettagliate sui visitatori ordinate a seconda delle pagine presenti sul sito.  

Tutto ciò ti sembra terribilmente noioso? Credici quando ti diciamo che non è così. Questa panoramica è un punto di partenza per analisi più approfondite. È particolarmente utile mettere a confronto i dati raccolti in diversi periodi di tempo. Dopo aver ottimizzato le pagine del proprio sito, i professionisti controllano questa sezione con regolarità per vedere se ci sono stati dei miglioramenti e per decidere eventuali modifiche ai contenuti.

Inizia a raccogliere i dati

Ora che hai seguito i passi che ti abbiamo indicato, devi… rilassarti e goderti una meritata pausa!

Non scherziamo: ti suggeriamo di aspettare almeno due o quattro settimane prima di controllare i dati raccolti. Se avrai pazienza, potrai confrontare le informazioni relative alle diverse settimane. Più tempo passa, più dati avrai a disposizione e sarai in grado di comparare i risultati di mese in mese, di trimestre in trimestre e, infine, anno dopo anno. Dai uno sguardo anche ai report e alle metriche che devi assolutamente tenere d’occhio su Google Analytics.   

Il vantaggio delle statistiche è che sono oggettive e quindi sempre costruttive. Se saprai interpretare i numeri e arrivare alle giuste conclusioni, potrai ottimizzare perfettamente il tuo sito e non avere più rivali!


Con le statistiche nella dashboard hai già pronto uno strumento per il successo del tuo progetto online. Google Analytics è il complemento ideale che ti consentirà di capire profondamente e precisamente il comportamento dei visitatori.

 

Prova a usarlo e facci sapere come va! Potresti ritrovarti a gestire un’impresa “data - driven” molto prima di quanto pensi…

Elisabetta Satta Jimdo Team Supporto Assistenza

Elisabetta Satta

Jimdo Team

Articoli che potresti trovare interessanti:

Il metodo "lean startup" che ti aiuterà a completare il tuo sito Jimdo
>> leggi di più

Facebook Ads: i nostri consigli per aumentare il tuo traffico sui social
>> leggi di più

Proteggi il tuo sito con HTTPS
>> leggi di più

Signore e signori: la nuova toolbar per i vostri siti
>> leggi di più


Scrivi commento

Commenti: 0