Il Regolamento UE sui blocchi geografici e il tuo sito

Regolamento UE blocchi geografici e il tuo sito

In che modo la fine dei blocchi geografici interesserà il tuo shop online?

Tutto quello che devi sapere sull’abolizione dei blocchi geografici.

 

Non è passato molto dall’entrata in vigore del Regolamento RGPD e il ricordo di tutte le modifiche che hai dovuto apportare al tuo sito è ancora vivo, pertanto se stai pensando “Oh no, ancora!”, il tuo sconforto è del tutto legittimo. Ma non disperare, questo regolamento introduce dei vantaggi interessanti non solo per i consumatori, bensì anche per i venditori!

In questo articolo spiegheremo perché questo regolamento è importante per il tuo sito, quali vantaggi offre e quali funzioni Jimdo mette a disposizione per fare in modo che anche il tuo shop sia conforme a questo nuovo regolamento.

In evidenza: In questo articolo ti presentiamo le novità che Jimdo ha ideato per rendere il tuo sito web conforme al regolamento sui blocchi geografici. Tieni presente, però, che questo articolo non vuole sostituirsi ad un parere legale, pertanto in caso di domande specifiche in merito al tuo sito o al regolamento, ti consigliamo di rivolgerti ad un consulente legale.

 

Ecco di cosa parleremo:

 

●     In che modo mi interessa il regolamento sui blocchi geografici?

●     Quali sono i cambiamenti che interesseranno il mio shop?

●     Cosa devo fare?

●     Quali funzioni introdurrà Jimdo?

●     Perché si tratta di un regolamento vantaggioso per i venditori?

In che modo mi interessa il regolamento sui blocchi geografici?

Il tuo shop ha sede all’interno dell’UE? Allora il regolamento sui blocchi geografici interessa anche te. In poche parole, nella maggior parte dei casi sarai obbligato a vendere (ma non a consegnare) a clienti provenienti da qualsiasi stato membro dell’UE. Ciò significa che tutti i tuoi moduli per la vendita online dovranno contemplare la possibilità di ordini provenienti da qualsiasi Paese dell’Unione. Ovviamente Jimdo ha già pensato a come fare, ma ci sono ancora alcuni dettagli che dovrai controllare.

 

In qualità di titolare di uno shop, ti consigliamo di rivedere i tuoi Termini e condizioni generali per specificare per quali Paesi UE ti occuperai o meno della spedizione. Qualora un cliente dovesse effettuare un ordine in uno dei Paesi per i quali non è prevista la spedizione da parte tua, è opportuno che si sappia chi sarà il responsabile della consegna. Riprenderemo nel dettaglio questo argomento più avanti.

 

In evidenza: Se risiedi fuori dall’UE e non vendi all’interno dell’UE, non è necessario effettuare controlli particolari, ma se invece vendi all’interno dell’UE, ti consigliamo di informarti presso un consulente legale sull’eventuale obbligo di aprire il tuo shop a clienti provenienti da qualsiasi Paese UE.

Quali sono i cambiamenti che interesseranno il mio shop?

Hai creato il tuo sito con Jimdo? Allora ci abbiamo già pensato noi. Se invece non è il tuo caso, dovrai accertarti che tutti i seguenti aspetti del tuo shop online siano conformi al nuovo regolamento e alla tua offerta online:

 

Indirizzo di fatturazione: dovrà essere presente l’elenco completo di tutti i Paesi UE, non importa se il tuo shop consegna effettivamente in tutti questi Paesi. Con un recente aggiornamento, Jimdo ha già introdotto l’elenco completo dei Paesi UE nel menu a tendina relativo all’Indirizzo di fatturazione.

 

Contatti: lo stesso vale per i contatti, ad esempio per i numeri di telefono. Il tuo modulo dovrà prevedere l’inserimento di qualsiasi prefisso nazionale.

 

Metodi di pagamento: il tuo shop dovrà prevedere gli stessi metodi di pagamento per qualsiasi Paese UE, salvo eventuali requisiti tecnici o legali che non lo rendano possibile. Uno shop online non potrà rifiutare automaticamente i pagamenti tramite carta di credito provenienti da determinati Paesi, oppure limitare determinati metodi di pagamento ad alcuni Paesi UE senza una valida motivazione.

 

Accettazione dei pagamenti: il sito web dovrà predisporre dei moduli che prevedano l’accettazione dei mezzi di pagamento normalmente accettati da qualsiasi Stato membro. Ad esempio, se il tuo sito accetta carte di credito, dovrai consentire agli utenti di poter inserire i dati di qualsiasi carta emessa all’interno della SEPA.

 

Acquisti da tutte le versioni del tuo shop: le condizioni, i prezzi e le offerte sui prodotti presenti su un determinato shop non potranno cambiare (automaticamente) in base all’indirizzo IP, all’indirizzo di consegna, al mezzo di pagamento, ecc. Ciò non ti vieta di avere diversi shop con prezzi, condizioni e offerte diverse per Paesi diversi, ma in ogni caso tutti i clienti dell’area UE dovranno avere la possibilità di acquistare su qualsiasi versione del tuo shop.

 

Reindirizzamento ad un altro shop: non potrai reindirizzare automaticamente un cliente da una versione all’altra del tuo shop senza il suo esplicito consenso. Il cliente dovrà avere sempre la possibilità di tornare allo shop originale da cui è partito.

 

Buono a sapersi: Il regolamento sui blocchi geografici entrerà in vigore a partire dal 3 dicembre 2018.

Cosa devo fare?

Semplice: se vendi prodotti in Europa ti raccomandiamo di rivolgerti ad un consulente legale e aggiornare i tuoi Termini e condizioni generali.

 

●Dovrai indicare chiaramente al loro interno quali sono i Paesi verso i quali è prevista la consegna e specificare che i clienti che effettuano un ordine da un Paese verso il quale non è prevista la consegna dovranno occuparsi personalmente della spedizione. Anche se il tuo shop non prevede spedizioni internazionali, il cliente dovrà comunque avere la possibilità di ordinare il prodotto e, ad esempio, ritirarlo presso la sede del venditore od organizzare personalmente la consegna in base ai Termini e alle condizioni generali stabilite.

 

●Non sarebbe male aggiungere la comparsa di un avviso durante la procedura di pagamento che specifichi che è prevista la consegna solo verso i Paesi elencati all’interno delle “Condizioni di consegna e pagamento”. Il bello è che Jimdo ha già predisposto il campo per questo avviso all’interno del sistema di creazione dei suoi shop!

 

Sempre che tu lo voglia, potresti offrire ai tuoi clienti la possibilità di contattarti direttamente in caso di esigenze di consegna particolari. Ecco un messaggio che potresti ricevere: “Chiedo gentilmente di conservare il mio acquisto per altre due settimane in modo che io possa ritirarlo durante le mie ferie.” In qualità di venditore, potrai quindi scegliere se addebitare eventuali spese extra per queste richieste specifiche, in base alla tua offerta, ai tuoi Termini e condizioni generali, ecc.

4. Aggiornare un sito web è facilissimo

Forse ricorderai con terrore il momento in cui anni fa hai provato ad avere a che fare con un sito. Probabilmente uno sviluppatore avrà impiegato settimane, se non mesi per realizzarlo e avrai dovuto fare sempre riferimento a lui per gli aggiornamenti.

I cambiamenti più banali, come la revisione dei prodotti del negozio, la modifica dei colori, il caricamento di foto … che incubo! Un vero e proprio spreco di tempo e soldi.

 

Oggi la situazione è completamente diversa. Con Jimdo, tutto quello di cui hai bisogno è di accedere al tuo sito e cliccare sull’elemento che vuoi cambiare. Sarà un gioco da ragazzi personalizzare i testi, aggiungere foto o rivoluzionare il design. Senza contare che molti aggiornamenti puoi farli dovunque ti trovi, usando il telefono e servendoti delle nostre app per iOS e Android.

5. Comunicazione più immediata

Un sito web non regala solo visibilità, ti permette anche di comunicare con le persone. Indirizzi mail, formulario di contatto, libro per gli ospiti, app sviluppate per la chat: con questi strumenti puoi dialogare con clienti che si trovano dall’altra parte del mondo, ricevere opinioni sui tuoi servizi o anche spedire facilmente dei prodotti ordinati a km di distanza.

Usando motori di ricerca o addirittura Google Maps, visitatori di qualsiasi provenienza, lingua e cultura potranno approdare sul sito dedicato al tuo progetto.

 

6. Le dimensioni della tua azienda non contano

È vero che progetti, budget e obiettivi da raggiungere possono variare, ma in termini di creazione e sviluppo di un sito web, non fa grande differenza che l’azienda sia grande o piccola, se chi ci lavora lo fa dall’ultimo piano di un grattacielo a New York o tranquillamente seduto sul divano di casa.

Un sito web professionale, attraente, intuitivo appiana le differenze di partenza tra le imprese ed è il modo migliore per presentare la tua idea. A chi importa in fondo se nella tua azienda lavorano 3 persone o 300?

Che bisogno c'è di un sito se sono già presente sui social media?

Molti imprenditori e imprenditrici danno per scontato che avere un profilo sui social sia abbastanza. Probabilmente la tua pagina Facebook può contare su innumerevoli commenti positivi o almeno sul fatto che il tuo ristorante non sia stato definito come il peggiore della storia … fantastico!

Permettici però di dire che non è una strategia di marketing completa.

 

Prima di tutto dipenderai sempre dalle piattaforme social che scegli. Gli algoritmi cambiano, le regole pure e ciò che va bene un giorno potrebbe non essere efficace dopo qualche settimana (come abbiamo appurato dalle recenti vicende Facebook).

Disporre di un sito significa che quelle pagine appartengono solo a te, sei tu che controlli i contenuti e il messaggio. Fermati un attimo a pensare a una delle ragioni che ti hanno spinto ad avviare il tuo business: forse non volevi stare alle regole imposte da altri e perché allora non includere in quest “altri” pure le piattaforme social?

 

Anche le tendenze si evolvono di continuo. Se i tuoi clienti oggi adorano Twitter, domani potrebbero appassionarsi per un social che per ora forse è solo una vaga idea nella testa di qualche sviluppatore. Se le piattaforme social sono delle barche da sfruttare per navigare meglio nel mare magnum virtuale, inizia a guardare al tuo futuro sito web come a un’ancora irremovibile. I tuoi visitatori potranno passare da Instagram, a Facebook e poi Twitter, a prescindere dalle loro decisioni, sapranno sempre dove venirti a cercare.


In conclusione: ogni azienda ha bisogno di un sito

Per una volta non è proprio il caso di viaggiare in direzione ostinata e contraria: la maggior parte dei piccoli imprenditori e imprenditrici interpellati/e sul tema hanno risposto che hanno pianificato la realizzazione del proprio sito web entro la fine dell’anno. Farai parte di questo gruppo anche tu? Crea un sito con Jimdo, scegli tra Dolphin o Creator, e ti renderai subito conto di quanto è facile! 

Elisabetta Satta Jimdo Team Supporto Assistenza

Tara Santiago

Jimdo's Content Editor and Social Media specialist

Articoli che potresti trovare interessanti:

Il Regolamento UE sui blocchi geografici e il tuo sito
>> leggi di più

Business online, mai senza un sito web
>> leggi di più

Natale 2016: ci siamo, è tempo di preparare il negozio
>> leggi di più

Pagare online con carta di credito. Jimdo presenta Stripe
>> leggi di più


Scrivi commento

Commenti: 0