Le alternative a Photoshop

modifica immagini alternative Photoshop

Sembra proprio che ogni giorno un nuovo programma per la modifica delle immagini faccia la sua apparizione promettendo effetti mirabolanti, nuove cornici e modi per aggiungere dei baffi posticci alle tue foto. Che tempi!

Parliamoci chiaro: se vuoi fare una modifica davvero sorprendente, le alternative che ti andiamo a presentare potrebbero non fare al caso tuo, ma diamo per scontato che tu voglia rimuovere lo sfondo dalla foto di un prodotto o ritoccare i baffi del tuo gatto (non che a noi ci sia capitato di doverlo fare!). In questi casi, probabilmente ti verrebbe consigliato di usare un programma avanzato come Photoshop.

Ah, il buon vecchio Photoshop!

Esiste ormai da 25 anni ed è diventato così onnipresente che è stato coniato perfino il verbo “photoshoppare”. Si tratta di uno strumento decisamente fantastico che può contare sulla fedeltà di innumerevoli utenti felici e soddisfatti. Gli unici problemi sono dati dal fatto che non è semplice da usare, per lo meno nella prima fase di apprendimento, e non è per niente economico.

Fortunatamente su internet esistono tantissime alternative gratuite o poco costose. Vediamo insieme quali sono.

1. Alternative simili a Photoshop

Per chi sono adatte? Per chi già ha qualche esperienza nel campo dell’editing fotografico o è disposto a mettersi in gioco per imparare.

Photoshop è davvero un programma grandioso, ma ha molte più funzioni rispetto a quelle che userebbe qualsiasi comune mortale ed è proprio qua che entrano in gioco i programmi fac-simile di Photoshop. Un esperto sarebbe perfettamente in grado di accorgersi subito delle differenze e soprattutto dei limiti, ma novellini/e rimarranno piacevolmente sorpresi dalla facilità di questi tool. Controindicazioni? Sono davvero simili a Photoshop per cui non vanno bene per chi odia quel tipo d’interfaccia.

GIMP (gratuito)

GIMP è un sistema open source che potremmo considerare come il gemello separato dalla nascita di Photoshop. L’interfaccia non è molto ricercata, ma ti consente di avere accesso ad un programma ricco di potenziale attraverso il quale puoi fare davvero di tutto. È facile trovare tantissimi tutorial realizzati dalla community che lo usa e non è da trascurare la sempre piacevole e leggera sensazione di supportare un progetto open source.

Pixlr (gratuito)

Pixlr è un ottimo editor di foto che puoi usare semplicemente attraverso il tuo browser: non hai bisogno di scaricare nessun software sul tuo computer. È completamente gratuito e non devi neanche creare un account. Basterà uno sguardo per accorgerti subito di come sia molto simile a Photoshop.

Pixlr modifica immagini sito web

Il gemello di Photoshop? Ecco qua come appare l’interfaccia Pixlr che puoi usare sul tuo browser senza pagare assolutamente nulla.

La critica che viene fatta maggiormente a questo strumento è la difficoltà nell’imparare come funziona, insomma lo stesso ostacolo presente per Photoshop, ingrandita dal fatto che non esiste un supporto online (dopotutto si tratta di un tool gratuito!). In ogni caso non devi scoraggiarti perché il blog di Pixlr è pieno zeppo di ottimi articoli esplicativi. Basta digitare so Google “Come posso _____ su Pixlr?” e un utilissimo tutorial farà capolino tra i risultati. Un altro punto a suo favore è che è disponibile in ben 30 lingue.

2. Gli anti Photoshop

Per chi sono adatti? Per chiunque voglia modificare delle immagini, ma anche tenersi bene alla larga da Photoshop. Quando inizi a cercare delle alternative a Photoshop, ti rendi subito conto che la maggior parte dei programmi ne ha copiato l’interfaccia, a partire dai livelli fino ad arrivare alla funzione lazo. Se odi questo tipo di sistema perché ti sembra troppo complicata, ma non vuoi rinunciare ad uno strumento potente, ti consigliamo PicMonkey.

PicMonkey

Se pensi che la user experience per chi usa Photoshop sia calda ed accogliente come la baita sperduta in montagna in cui sono bloccati i protagonisti di certi film horror, PicMonkey potrebbe essere la bollente e invitante tazza di cioccolata protagonista delle tue future serate invernali. È un editor semplice e intuitivo, focalizzato sulle modifiche normalmente più richieste, come ad esempio ritoccare i presunti difetti nei ritratti o aggiungere degli effetti divertenti alle foto ricordo delle passate vacanze. Soprattutto tutti i bottoni collegati alle varie funzioni sono indicati in inglese e non con delle misteriosissime icone. Inoltre i vari popup che appaiono nel corso delle navigazione sono utilissimi per capire come funziona ogni strumento. Attualmente PicMonkey è disponibile in inglese e spagnolo, ma l’azienda proprietaria ha affermato che sono previste le implementazioni di altre lingue nel corso del tempo. Detto ciò, 10,99 euro al mese (7,49 se concludi un contratto annuale) è una cifra non indifferente da pagare a meno che tu non abbia l’intenzione di usarlo un bel po’. Se sei indeciso/a, puoi sempre approfittare del periodo di prova gratuito o semplicemente una singola foto per farti un’idea di come funziona.

PicMonkey modifica immagini alternativa Photoshop

PicMonkey ha praticamente tutte le funzioni più avanzate, compresa quella per aggiungere cappelli di Babbo Natale, insomma tutto il pacchetto al completo!

3. Tool per modifiche specifiche

Per chi sono adatti? Per chi non ha bisogno di un programma pieno di funzioni, ma ad esempio vuole solo rimuovere lo sfondo da un’immagine. Questa modifica può essere estremamente semplice per alcuni soggetti, ma anche insidiosa senza un editor avanzato.

modifiche specifiche immagini alternative Photoshop

La maggior parte di questi strumenti funziona allo stesso modo. Carichi l’immagine e poi marchi la parte che vuoi tenere col colore verde e lo sfondo col rosso. Il software taglia l’immagine per te. Il risultato dipende da quanto sono nitidi i confini tra il soggetto e lo sfondo, ma comunque puoi sempre decidere di effettuare successivamente ulteriori ritocchi.

 

P.s.: Ricorda che con tutti gli strumenti elencati fino ad ora puoi praticamente fare le stesse cose. Qua trovi dei tutorial per usare GIMP, Pixlr e PicMonkey.

Background Burner (gratuito)

Background Burner  è l’unico software gratuito e davvero funzionale per rimuovere gli sfondi che sia riuscita a trovare.

L’unica riserva è che devi creare un account con Bonanza, una piattaforma di vendita online, per poter poi scaricare le foto che hai ritoccato. Con questo strumento puoi selezionare lo sfondo col colore rosso e il software penserà a tutto il resto. Forse dovrai armarti di un pochino di pazienza, ma potrai aspettarti dei buoni risultati.

Background Burner modifica immagini alternativa Photoshop

Con Background Burner puoi selezionare lo sfondo della tua foto col colore rosso e il software pensa al resto. Puoi sempre eseguire dei ritocchi alla fine.

La versione gratuita di Background Burner può essere più che sufficiente per certe esigenze, ma ci sono anche altre opzioni a pagamento che funzionano in modo simile, anche se i prezzi possono variare.

  • Autoclipping: puoi pagare un tanto ogni volta che lo usi oppure optare per una sottoscrizione mensile. La convenienza dipende dal numero di foto che pensi di scaricare dopo averle ritoccate. Esiste anche una versione gratuita per uso non commerciale.
  • ClippingMagicè un ottimo strumento. Il pacchetto più economico costa 3,99 dollari al mese per un massimo di 15 immagini. L’aspetto positivo è che puoi modificare e scaricare un’immagine precisa senza che venga conteggiata come immagine differente.
  • Malabi: è un’alternativa ancora più economica (2 dollari al mese per 20 immagini) dotata di un’interfaccia interessante, ma ho avuto più problemi con questo strumento che con la versione gratuita di Background Burner.

4. Rivolgiti a un/a professionista

Per chi? Questa soluzione è adatta a chi preferisce delegare il lavoro della modifica immagini invece che cimentarsi con degli strumenti fai da te. Non tutti abbiamo voglia e tempo di aggiustare delle foto, non c’è niente di male in ciò, soprattutto quando magari si vuole impiegare il proprio tempo concentrandosi su determinati aspetti del proprio vero lavoro/progetto.

In alcuni casi si preferisce evitare future preoccupazioni rivolgendosi ad un professionista. Ecco qua un breve elenco dei siti che offrono questo tipo di servizi: dal semplice ritocco fino agli effetti più speciali.

Pixelz Solo (pagamento)

Pixelz è un buon servizio professionale specializzato nella modifica di foto per ecommerce. Gli esperti che ci lavorano si preoccuperanno di sistemare le tue immagini e soprattutto, con l’opzione Solo, avrai bisogno di una sottoscrizione: potrai far modificare quante immagini vorrai senza rimanere intrappolato in un piano che non ti serve.

 

Tucia (pagamento)

Tucia è uno delle più grandi piattaforme online che offre servizi di  ritocco immagini. Per le modifiche base il costo è di 8 dollari. Si arriva a 40 per gli effetti speciali. Può essere uno strumento perfetto se vuoi una foto ad effetto da usare come immagine sfondo del sito o se necessiti di qualche aggiustatina al tuo ritratto.


Non lasciarti prendere dal panico davanti alla minacciosa interfaccia e al prezzo di Photoshop. Ci sono davvero miliardi di modi attraverso i quali puoi modificare le immagini per il tuo sito.

Prova una delle opzioni di cui ti abbiamo parlato e fai le tue valutazioni!

Non dimenticare di dare uno sguardo all’altro articolo del nostro blog che spiega come ottimizzare le tue immagini per migliorare il design e la SEO del tuo sito.

 

Elisabetta Satta Jimdo Team Blog

Elisabetta Satta

Jimdo Team

Articoli che potresti trovare interessanti:

Una navigazione ancora più responsive con Dolphin
>> leggi di più

20 funzioni Dolphin lanciate quest'estate
>> leggi di più

Le nuove funzioni per il tuo sito Dolphin
>> leggi di più

I migliori siti fotografici creati con Dolphin
>> leggi di più


Scrivi commento

Commenti: 4
  • #1

    Magda Sacchi (Thursday, 01 November 2018 12:04)

    grazie!!! io sto usando photoshop ma ti ringrazio per avermi dato la possibilità di conoscere così tante alternative!
    grazie mille!

  • #2

    Marlon (Thursday, 01 November 2018 17:02)

    Buongiorno. Vi scrissi molto tempo fa. Attendo una vostra mail x riaprire un sito web

  • #3

    PDU Specialist - Marco Boeri (Friday, 02 November 2018 06:57)

    Informararsi è sempre buona cosa, ecco perchè ho guardato questa pagina. Grazie per le future info a Elisabetta Satta ; utilizzo GIMP da quasi cinque anni. E' meraviglioso. Nell'ultima realise realizzata due/tre mesi fa, hanno cambiato qualche comando.

  • #4

    Elisabetta Jimdo (Monday, 12 November 2018 14:55)

    @Magda e Marco: grazie per le belle parole!
    @Marlon: mandaci per favore un messaggio a support@jimdo.it Grazie!