Alla ricerca del dominio perfetto

Dominio perfetto per siti web

Di sicuro lo saprai già: per trovare su Internet un marchio molto noto basta digitarlo sulla barra degli indirizzi e scrivere dopo “.it” o “.com”.

Con un semplice clic su “Invio”, vedrai subito apparire il sito desiderato.

Supponiamo voglia che anche le tue pagine web siano trovate con la stessa facilità: ti sveliamo che è più facile di quanto immagini!

Con un dominio scelto con un po’ di astuzia, puoi raggiungere l’obiettivo di attirare ancora più visitatori.

Ti mostriamo come fare.

In Italia chi usa Internet per le ricerche online dà per scontato che un sito termini con l’estensione “.it”, in Germania invece sarà “.de”, in Svizzera “.ch” e così via.

Se il pubblico che vuoi raggiungere proviene da un paese specifico, presta grande attenzione alla scelta dell’estensione. Se ti rivolgi a una clientela internazionale “.com” è la soluzione più giusta per te, perfetta anche per i siti multilingua.  

Come scegliere il giusto URL ...

I tuoi potenziali visitatori faranno molto probabilmente una ricerca digitando il tipo di sito che vogliono trovare, quindi pensa con attenzione proprio al tipo di sito da costruire.

Vuoi delle pagine web per presentare la tua attività? Creare un sito dedicato al tuo hobby preferito? Parlare dei tuoi viaggi intorno al mondo?

... per il tuo business

Il dominio per il tuo business deve sicuramente contenere il nome dell’azienda, solo in questo modo i tuoi visitatori potranno riconoscere immediatamente il tuo marchio.

Un brand forte e consolidato è un aspetto che viene valutato positivamente da Google. Una soluzione ancora più efficace è quella di scegliere un’abbreviazione di un nome perché un dominio molto lungo non si ricorda tanto facilmente ed è più complicato da digitare senza errori.

... per i progetti locali

Poniamo il caso che tu sia un/a fotografo/a che opera in una città o regione particolare oppure che voglia creare un blog sui tuoi viaggi in Sudamerica.

Può darsi che tu venda bottiglie di vino prodotte con un vitigno che si trova solo in un determinato luogo.

Si potrebbe continuare ancora a lungo con gli esempi, ma in tutti questi casi sarebbe saggio inserire la regione o la città nel dominio.

Se il tuo progetto è intrinsecamente legato a un luogo, devi sempre pensare che i potenziali visitatori potrebbero ricercare questo luogo specifico per trovare un’azienda o comunque un progetto del tuo tipo.

Sfrutta quindi la caratteristica della localizzazione per determinare il successo del tuo URL.

 

Esempio pratico: hai un agriturismo in Sardegna e decidi di scegliere un dominio col suo nome tipo suporceddu.com?

Potrebbe non rivelarsi una buona idea, quindi perché non propendere invece per agriturismoalghero.it? Con questo dominio sfrutterai tutto il potenziale della localizzazione, attirerai i giusti visitatori e, nel lungo periodo, sarai giudicato più positivamente da Google. 

... per i Blog e i siti dedicati al fai da te

Se vuoi aprire un Blog o costruire un sito dedicato a hobby o fai da te, sarebbe bene includere nel dominio la caratteristica saliente del tuo progetto, facendola diventare una sorta di “marchio di fabbrica”.

Questa peculiarità può coincidere col tema che vuoi affrontare o presentare (viaggi, fai da te, sport etc), il tuo nome o anche semplicemente il titolo del tuo blog.

Pensa ad esempio al diario di una giovane di belle speranze che si è appena trasferita in una città straniera: unamigranteaberlino.it potrebbe essere il dominio giusto.

Il punto essenziale è che, leggendo o digitando un dato dominio, i tuoi visitatori devono essere immediatamente in grado di capire di cosa parla il sito.

Tutto questo porterà non solo più persone sulle tue pagine, ma spingerà gli utenti gusti, davvero interessati ai tuoi contenuti, a restare sul sito.

Tutto ciò non potrà che essere valutato molto positivamente da Google.

Il dominio che vuoi non è disponibile?

Capita.

Hai immaginato il dominio perfetto, ma qualcuno l’ha registrato prima di te.

Niente paura! Ti sono comunque rimaste diverse opzioni.

Ti sconsigliamo di cambiare semplicemente l’estensione dell’URL, passando da un .it a un .net perché ciò non ti sarà d’aiuto. Se la tua attività ha sede in Italia, il tuo sito è solo in italiano e vuoi rivolgerti soprattutto a un pubblico italiano, i tuoi potenziali utenti cercheranno un dominio .it. Il fatto di non trovare facilmente la tua attività sarebbe visto in modo negativo.

Scegli un dominio unico, particolare, non banale:

  • Lega le parole inserendo dei trattini d’unione (al massimo due)
  • Prediligi le abbreviazioni
  • Integra un riferimento al luogo o regione in cui svolgi la tua attività
  • Aggiungi parole chiave che chiariscano immediatamente la tipologia del tuo sito (Blog, negozio, hobby, fai da te)

Un altro trucco è quello di chiedere ad amici e conoscenti dei suggerimenti, a volte uno sguardo esterno è la migliore fonte d’ispirazione.

Domini chiave o Exact Match?

Fino a qualche tempo la strategia SEO più in voga consisteva nella scelta di domini formati da parole chiave ovvero parole che potevano essere digitate da potenziali utenti alla ricerca di un determinato sito, ad esempio www.agriturismo-sardegna-economico.it.

Google ha poi deciso ad un certo momento di penalizzare l’uso nei domini e nei testi di parole chiave che non formano un insieme coerente e dotato di un minimo di senso. Gli algoritmi di cui si serve Google per indicizzare i vari siti stanno diventando sempre più sofisticati e in grado di valutare proprio questa coerenza semantica.

 

La strategia dei domini formati da parole chiave è stata quindi sostituita da quella dei domini (cosiddetti) Exact Match. Questi domini contengono anch’essi delle parole chiave, ma “legate” tra loro da un minimo di senso, come ad esempio www.agriturismoseadas.it. Non si tratta quindi di una ripetizione banale e automatica di parole chiave ricercate dalle persone, bensì di termini che rispecchiano coerentemente il contenuto delle pagine web. Questo fa sì che Google non classifichi il dominio e il sito come spam.

 

Il dominio deve chiarire subito l’oggetto, il fulcro del sito: a volte può essere più efficace dare risalto al tipo di attività (appunto “agriturismo”), altre far emergere il nome del progetto commerciale (“seadas” è il nome dell’agriturismo) oppure porre l’accento sulla localizzazione (“sardegna”).

Se il nome del tuo business è già famoso e riconosciuto come marchio, non rinunciare a questo punto di forza: mostralo nel dominio!

Bisogna poi sempre ricordare che gli algoritmi di Google non si limitano a valutare il dominio, ma anche i contenuti di testo e la struttura delle pagine web.

 


Il nostro consiglio finale: 

Pensa bene a quale dominio scegliere perché sarà il nome che rappresenterà la tua azienda, progetto, hobby o Blog per molto, moltissimo tempo.

Cerca di tenere conto del funzionamento dei motori di ricerca, ma non troppo!

Il tuo obiettivo primario deve essere quello di trovare un dominio che si adatti al tuo sito, ma anche alle aspettative e ai desideri dei tuoi visitatori.

Elisabetta Satta Jimdo Team Supporto Assistenza

Elisabetta Satta

Jimdo Team 

Articoli che potresti trovare interessanti:

Il metodo "lean startup" che ti aiuterà a completare il tuo sito Jimdo
>> leggi di più

“Chiunque può fare il PR!”: la strategia vincente sui social network in soli 5 passaggi.
>> leggi di più

Un evento di successo? La chiave è nell'organizzazione
>> leggi di più

rankingCoach, la vostra nuova guida per il posizionamento su Google
>> leggi di più


Scrivi commento

Commenti: 0