mar

15

lug

2014

Come creare una landing page che funziona

Elementi essenziali per landing page che funzionano
La combinazione ideale

La landing page è una pagina web di atterraggio per visitatori che arrivano da una campagna promozionale, via Facebook Ads o AdWords per esempio. Le campagne possono avere diversi obiettivi - vendita, branding, ecc. - quindi ogni annuncio e ogni landing page collegata hanno caratteristiche diverse. Le landing page sono sviluppate da web marketer per attrarre l’attenzione dei lettori verso uno specifico prodotto o servizio, con l’obiettivo di trasformare il traffico sul proprio sito in una concreta opportunità, ovvero un visitatore in un cliente, un follower, un lettore o un fan. Ma quando possiamo dire che una landing page funziona?

Vediamo insieme quali sono gli elementi di design più efficaci per una LP.

La prima impressione conta

Una landing page deve colpire l’attenzione e convincere in pochi secondi, ecco che design e scelte grafiche giocano un ruolo importante.

I visual che scegliete devono raccontare una storia, solleticare la curiosità, rafforzare il messaggio che volete comunicare senza creare equivoci. 

landing page che stimolando curiosità del visitatore, dandogli modo di riconoscere una scena familiare

La LP qui sopraa per esempio riesce a sedurre il visitatore stimolando domande aperte: perché questa tavola apparecchiata? Quella scatola marrone scura cos'è? Forse uno schermo televisivo? Il visitatore siederà a tavola a guardare il video, situazione  molto probabilmente familiare anche a voi.

 

Se l'obiettivo della pagina è la viralità del messaggio, allora ha senso usare i collegamenti ai social per permetterne la condivisione.

 

Per il design è molto importante usare il vostro logo e cercare di riprendere elementi di design usati sul vostro sito, in modo da avere continuità con il vostro brand.

Messaggio concreto e mirato

Il grande obiettivo di una landing page è di convincere in pochi secondi il visitatore. Più il messaggio è univoco e preciso, più sarà efficacie. I contenuti e i messaggi devono essere comprensibili e chiari. Nessuna distrazione per il potenziale cliente, valutate se le informazioni che inserite sono davvero utili e una precisa call to action per garantire che il visitatore non abbandoni la pagina senza aver concluso l'azione da voi desiderata. Il titolo della pagina non deve essere scontato e deve essere coerente con il messaggio promozionale da cui arriva il visitatore.

Una call-to-action decisa

La call to action è letteralmente il chiamare all'azione il visitatore, invitandolo in modo inconfondibile all'azione. Le sollecitazioni a compiere l'azione sono solitamente indicate dai bottoni, che una volta cliccati portano il visitatore a concludere inequivocabilmente l'azione, che può esere per esempio il pagamento, ma anche la partecipazione a un'iniziativa, l'iscrizione a una newsletter o altro.

 

Long copy o short copy?

Un visitatore in media rimane solo pochi secondi su una Landing page prima di decidere cosa fare. Tutto quello che coglie ed elabora in questo periodo di tempo lo aiuta ad orientarsi e spingerlo all'azione.

Ci sono due tipi di landing page: le long copy e le short copy. Solitamente si usano le long copy landing pages per prodotti che necessitano di ulteriori informazioni. Su queste landing page saranno presenti ulteriori elementi come come ad esempio infografiche, video o testimonianze. Le landing page long copy hanno funzione esplicativa e trasmettono fiducia e credibilità al visitatore, persuadendolo all’azione. Attenzione però! Se ci sono troppe informazioni il cliente sarà distratto e non troverà quello che sta cercando, in questo caso il rischio è che abbandoni la pagina.

Le landing page short copy sono più brevi e dirette. Qui la perfezione della grafica è fondamentale. Le short copy lavorano molto con elementi grafici e questo riesce ad evocare le emozioni del cliente e spingerlo all'azione.

Un ultimo consiglio

La vostra landing page è pronta? Allora potete iniziare la vostra campagna e tenere monitorati dati rilevanti per valutarne il successo come per esempio il numero di visitatori, le vendite o le sottoscrizioni, a seconda dell'obiettivo che avete predefinito. Se i risultati sperati non ci sono, non allarmatevi, bensì riprendete in mano la LP per ottimizzarla. Conoscendo il vostro pubblico e sperimentando con curiositá e pazienza, riuscirete a trovare la formula giusta per la vostra landing page perfetta.

Ti è piaciuto l'articolo?

Condividilo!

Nadine Torneri

Marketing Manager

99designs.it


Scrivi commento

Commenti: 10
  • #1

    immobiliaretoschi (mercoledì, 16 luglio 2014 11:26)

    Ottimo articolo Nadine. L'ideale non sarebbe eliminare il menù e la sidebar dalla landing page? Si prevede di inserirla come nuova funzionalità in jimdo? Se si, sai quando?

  • #2

    Nadine Torneri (mercoledì, 16 luglio 2014 14:22)

    Ciao,

    le LP generalmente offrono la possibilità di fare solo un'azione, quindi riguardi ai link di navigazione.. dipende! Se sono rilevanti per la campagna o se al contrario confonderebbero il messaggio. Di certo e sconsigliabile pubblicare link esterni, che con un clic porterebbero via dalla pagina il tuo visitatore.

    Grazie per aver letto l'articolo,
    Nadine

  • #3

    Damiano Como (PsicologiaScientifica.com) (giovedì, 17 luglio 2014 14:47)

    Interessante ....

  • #4

    Pavlyna Caon (sabato, 19 luglio 2014 10:47)

    Un bel articolo. Spero di aver fatto il mio meglio con il mio sito :))

  • #5

    preventivofinestre (sabato, 19 luglio 2014 17:54)

    Stavo cercando proprio questo articolo! Grazie

  • #6

    Riparazioni casa (giovedì, 31 luglio 2014 15:57)

    Ciao io ho abbandonato l' implementazione del sito jimdo perche non riesco a renderlo visibile sui motori di ricerca . Non riesco a capire come fare

  • #7

    marco sodini fotografo (martedì, 05 agosto 2014 13:02)

    interessante, una buona idea....

  • #8

    profuminaturalitaliani (venerdì, 08 agosto 2014 03:24)

    interessante iniziativa

  • #9

    La Resistenza Web STAFF (lunedì, 25 agosto 2014 13:44)

    Ciao carissima! Una domanda: ma questa funzione è implementata in jimdo? Io non la trovo, putroppo. Puoi aiutarmi? Grazie mille.

  • #10

    max (venerdì, 16 settembre 2016 17:59)

    Si riesce ad integrare una landing creata esternamente?