gio

12

giu

2014

Dal Brasile con furore - il backstage dal nostro inviato speciale

Ciao Jimdonauti,

sono Nilson e lavoro per Jimdo, in Brasile, da circa 6 mesi. Quale occasione migliore di questa vigilia per presentarmi e poter parlare del mio paese alla community italiana?! Ecco per voi qualche immagine e suggestione da San Paolo, la mia città. 

Ancora poche ore ed il Campionato del Mondo scuoterà in Brasile per la seconda volta. Il paese del calcio, il più grande campione di tutti i tempi, l'unico paese al mondo che è riuscito a partecipare a tutte le edizioni della Coppa del Mondo, sarà in grado di cambiare il finale ad una storia che non si è conclusa bene nel 1950, la prima volta che la coppa d'oro mise piede in terra brasiliana?

Qualsiasi cosa accadrà, per chi ama il calcio, sarà una festa senza precedenti. Il più grande evento della terra capace di unire tutti i paesi del mondo in una sola passione e fare la gioia di bambini, giovani e vecchi. 

Il Brasile è stato scelto per ospitare questo mondiale 7 anni fa e ci sono stati 7 anni di attese e emozioni, non sono mancate le polemiche sui ritardi nei lavori, ma soprattutto sulle delicate questioni sociali che dividono il paese.

Nel 2002, quando ci fu la Coppa del Mondo in Corea del Sud e Giappone, ci siamo svegliati anche alle 4 del mattino per andare tutti in piazza a gridare goal. Nel 2006 in Germania con il fuso orario era meno traumatico e potevamo vedere il fumo delle griglie accese e sentire il rumore delle birra stappate prima di mezzogiorno. Il Brasile è un paese non facile, le disuguaglianze sociali ci sono, ma quando la nazionale giallo-verde scende in campo, il paese si riunisce e per alemno 90 minuti le disuguaglianze sembrano non pesare così tanto. Noi brasiliani siamo così, pazzi e appassionati per lo sport che è come per gli italiani, parte della storia e della tradizione del paese.

 

Le strade sono cariche di colori, dipinte e addobbate con bandiere e nastri. Nei bar i camerieri indossano la maglia della squadra brasiliana e per ogni goal dal Brasile chiunque riceve una birra gratis.

I negozi non vendono nulla che non riporti il nome del nostro paese o i nostri colori, e hanno tutto: cappelli, vestiti, scarpe, sandali, occhiali da sole, trucchi, prodotti alimentari, articoli per l'igiene personale e persino uova di Pasqua. Qualsiasi prodotto che abbia il colore o il marchio del nostro team diventa subito un best-seller.

Pensate solo che in Brasile sono attesi circa 2 milioni di turisti con milioni di dollari da spendere sulle nostre spiagge, nei nostri stadi, nei nostri ristoranti.

Solo a Sãn Paolo, 300.000 micro e piccole imprese avvertiranno l'effetto economico della Coppa del Mondo e del turismo: il momento ideale per crescere e farsi conoscere in tutto il mondo. Noi del team brasiliano di Jimdo siamo molto eccitati. Ci entusiasma l'idea di poter contribuire alla crescita del nostro paese, al miglioramento dell'economia locale, aiutando centinaia di imprese a farsi conoscere e posizionarsi meglio nel web. E, inutile dirlo, speriamo di poter sollevare in alto quel trofeo d'oro per la sesta volta e, soprattutto, per la prima volta in casa nostra. 

Cari Jimdonauti, godetevi la Coppa del Mondo e anche l'energia del nostro bel paese! Go Brazil!

E voi, quando urlerete "Gooooal!"? Raccontateci il vostro obiettivo per questo anno e partecipate a "Faccio goal !",

il nuovo Contest di Jimdo, con cui vincere premi davvero speciali. 

Ti è piaciuto l'articolo?

Condividilo!

Nilson Junior

Nilson Junior
Business develoment

Jimdo Brazil


Scrivi commento

Commenti: 1